Isole e frontiere nel Mediterraneo moderno e contemporaneo

A cura di: Arturo Gallia, Lavinia Pinzarrone, Giannantonio Scaglione

Seleziona formato


ISBN: 978-88-99487-41-6


ISBN: 978-88-99487-37-9

L’attuale dibattito all’interno dell’Unione Europea sulle modalità di apertura, chiusura e difesa delle frontiere comunitarie a soggetti provenienti da altri continenti attraverso il mare, invita la comunità scientifica a fornire all’opinione pubblica e ai governanti strumenti di interpretazione di lungo periodo sul significato della frontiera marittima e sulle sue modalità di controllo, regolamentazione e gestione giuridica da parte delle istituzioni politiche del passato e del presente. Conoscere e comprendere in prospettiva storica i problemi delle società di frontiera sui temi dell’insediamento, del controllo commerciale, giuridico e militare dello spazio frontaliero consente di storicizzare temi e fenomeni attuali ricostruendone le radici storiche e, al tempo stesso, di proporre molteplici soluzioni che tengano conto dei differenti approcci culturali, storico-sociali ed economici. In particolare, le zone di confine e le isole per la loro posizione geografica si trovarono ad affrontare l’emergenza dell’altro e dell’incognito per primi e spesso senza gli strumenti e le risorse adeguate. L’equilibrio economico, sociale e sanitario di comunità isolate o  liminari, composte da pochi individui, poteva e può ancora oggi essere messo in crisi da eventi esterni non regolati o controllati.
In questa prospettiva, i saggi pubblicati nel volume vogliono riflettere sul tema della frontiera come luogo di incontro, attraversamento e passaggio e sul ruolo dei territori insulari sia come frontiera sia come nodo all’interno di una fitta rete di trasmissione dei saperi, ponendo al centro delle riflessioni le società locali, anche nel rapporto con gli attori esterni. 

Data di pubblicazione: dicembre 2017

Numero di pagine: 377