Economia. Parole, concetti narrazioni

(secoli XVI - XVIII)

Autore: Luigi Alonzi

Seleziona formato


ISBN: 978-88-85812-40-6


ISBN: 978-88-85812-42-0

Grazie a un’innovativa impostazione metodologica ed epistemologica, che coniuga la distinzione fra semasiologia e onomasiologia con il concetto di storia come storia contemporanea, l’Autore ricostruisce l’evoluzione del termine-concetto ‘economia’ nella prima età moderna, facendo costante riferimento alle narrazioni prodotte durante l’età classica. A partire dalla parola greca oikonomia e dal concetto di ‘legge della Casa’, ‘amministrazione della famiglia’, il libro ripercorre il processo attraverso il quale fra Medioevo ed età contemporanea questa parola e questo concetto furono rimeditati e trasformati, aprendo la strada al moderno concetto di economia. Un ruolo fondamentale in questo processo di trasformazione fu svolto dal concetto di ‘economia’ come ‘ordine/amministrazione’, attraverso il quale fra Seicento e Settecento presero corpo diverse espressioni, con le quali poi furono designate nuove discipline, prime fra tutte l’economia animale (anatomia, fisiologia) e l’economia della natura (botanica, ecologia). Anche l’economia politica fu parte integrante di questo processo attraverso il rinnovamento della scienza del commercio e della scienza della politica; il peso della tradizione semantico-lessicale suscitò, però, non pochi problemi in coloro che nella seconda metà del Settecento si cimentarono con la formazione della science nouvelle, tanto che Ferdinando Galiani e Adam Smith si rifiutarono di designarla con il nome di economia politica.

Pubblicato nel mese di aprile 2019

N. di pagine: 296